Regolamento

CRITERI  DI AMMISSIONE e GESTIONE  DELLA LISTA DI ATTESA

L’art. 13 dello Statuto impegna a privilegiare i cittadini chiavaresi:

– i  nati a  Chiavari ovvero  i  residenti  dalla nascita  ovvero i  residenti  in  Chiavari da almeno  5 anni  avranno la  precedenza rispetto  ai  provenienti  da  altre zone, che potranno essere  ammessi  secondo la disponibilità dei  posti, una volta  soddisfatte le  esigenze della popolazione  chiavarese.

Fermo restando quanto sopra, farà fede, per la priorità, la data della domanda di ammissione, salvo particolari situazioni di urgenza/emergenza socio sanitaria dell’Ospite valutate caso per caso dal Consiglio di Amministrazione (C.d.A.).

N.B.: Al momento la Struttura (Residenza Protetta) NON può accettare l’ingresso di persone TOTALMENTE NON AUTOSUFFICIENTI.

 

DOMANDA DI AMMISSIONE

Chi intende diventare  Ospite  della  Casa  deve  compilare  la domanda su apposito modulo da  ritirare  presso la Segreteria, corredandola con i documenti sotto indicati.

Sono ammessi anziani di ambo i sessi per i quali, dopo visita  medica  del  Direttore Sanitario, ne sia stata  accertata l’idoneità  e determinato il  grado di autosufficienza.

 

DOCUMENTI DA CONSEGNARE IN SEGRETERIA

  • Domanda di ammissione su apposito modulo
  • Certificato di residenza
  • Documento  di identità valido
  • Fotocopia del codice fiscale (tessera sanitaria)
  • ISEE sociosanitaria residenziale
  • Libretto  S.S.N. (aggiornato per la residenza e le eventuali esenzioni per patologia o invalidità)
  • Certificato e Scheda di valutazione del medico curante (attestante lo stato di salute, la terapia in atto e l’assenza di cause che possano essere di impedimento alla vita di collettività)
  • Eventuale  verbale di  riconoscimento della invalidità civile o copia della domanda presentata per ottenere il riconoscimento della  medesima

Al momento dell’ingresso verrà predisposta la Cartella Sanitaria dell’Ospite contenente la storia clinica pregressa e tutte le informazioni sanitarie aggiornate al momento, compresa la terapia in atto. L’accesso alla Cartella Sanitaria è consentito esclusivamente: al personale medico ed infermieristico, al proprio medico di medicina generale (MMG), ai Medici della Guardia Medica e del Servizio di Emergenza (chiamati tramite 112, ex 118 e Pronto Soccorso) nonché ad altro medico autorizzato dall’ospite.

Tutti i dati in essa contenuti sono adeguatamente conservati e trattati ai fini della tutela della privacy.

 

CRITERI PER DETERMINARE LE RETTE

Le rette sono mantenute per vocazione statutaria LE PIU’ BASSE POSSIBILI.

L’attribuzione della fascia, per ogni Ospite, è regolata da due principi fondamentali:

– Livello di autosufficienza basato sulla scala AGED (determinato dal Direttore Sanitario all’ingresso, con rivalutazione ogni sei mesi e ad ogni variazione della situazione clinica dell’ospite e approvato successivamente dal C.d.A.).

– Situazione economica dell’ospite e di coloro che sono tenuti al suo sostentamento.

Fa fede la situazione reddituale ISEE (certificazione ISEE sociosanitaria residenziale, da ritirare presso CAF, che dovrà essere presentato all’ingresso in Struttura e rinnovato annualmente).

 

Livello di Autosufficienza

Fascia 1 – Euro 1200 per AGED 0 – 5 Fascia 4 – Euro 1700 per AGED 10 – 13

Fascia 2 – Euro 1400 per AGED 5,5 – 7 Fascia 5 – Euro 1800 per AGED 13,5 – 16

Fascia 3 – Euro 1600 per AGED 7,5 – 9,5 Fascia 6 – Euro 1900 per AGED 16,5 e oltre

con  maggiorazione di euro 300 mensili per scelta di camera singola con durata minima di 1 anno.

Reddito ISEE (in base a certificazione sociosanitaria residenziale)

La retta sarà aumentata di euro 200 per redditi compresi fra euro 40.000 e 50.000

  di euro 250 per redditi compresi fra euro 50.001 e 60.000

  di euro 300 per redditi superiori a euro 60.001

 

 

La Direzione, su segnalazione del Direttore Sanitario, potrà effettuare spostamenti di camera, qualora sia ritenuto necessario per le esigenze dell’Ospite, senza dover obbligatoriamente esporre i motivi allo stesso e/o ai suoi familiari.

Effettuata la visita di pre-ingresso e accettazione dell’Ospite l’ingresso deve avvenire entro sei giorni.

Per ciascun Ospite viene formulato un Piano di Assistenza Individualizzato (PAI) (rinnovato di norma ogni sei mesi e ove occorra) contenente tutte le informazioni socio-sanitarie attinenti allo stesso, al fine di programmare gli obiettivi, gli strumenti di intervento, i tempi di realizzazione e le modalità di verifica dell’attività assistenziale prestata.

 

OGGETTI e VALORI

L’ Amministrazione  della Casa declina   ogni responsabilità  in caso di   eventuali  ammanchi di  denaro, oggetti  o effetti personali  detenuti nelle camere (comprese protesi dentarie, ottiche e acustiche).

La Segreteria, a richiesta, custodisce nella  cassaforte dell’Ente  piccole somme  di denaro (cifra  massima  € 300), per gli usi correnti  degli Ospiti  in un deposito  nominativo  infruttifero  rilasciando  una ricevuta. Le operazioni di  prelievo o  versamento  potranno essere  effettuate  esclusivamente  dall’interessato  o da sua  persona di fiducia e conosciuta  dalla Direzione   negli orari di apertura  degli uffici di Segreteria  dell’Ente.

In caso di decesso  dell’Ospite gli oggetti e le somme di  denaro  conservati potranno  essere ritirati dai  legittimi  eredi, accertati a  mezzo di adeguata  documentazione, salvo il saldo di eventuale debito dell’Ospite  nei confronti della  struttura.

In caso di assenza di eredi, i beni suddetti rimarranno in custodia alla struttura in attesa di disposizioni conformi alla legge e  potranno essere trattenuti dall’Ente.

 

VISITE AGLI OSPITI DI FAMILIARI E CONOSCENTI

E’ sempre gradita la visita dei familiari e conoscenti, attenendosi agli orari di visita.

Per agevolare eventuali problematiche legate agli orari di lavoro dei familiari, potrà essere disposto un diverso orario di visita che dovrà essere precedentemente autorizzato dalla Direzione Sanitaria.

Sono a disposizione per le visite dei parenti i diversi locali comuni siti al piano terreno della Casa.

Per motivi di sicurezza ogni visitatore deve firmare in entrata apposito registro sito nell’ingresso.

 

PROPOSTE E RECLAMI

La Fondazione  chiede    la collaborazione  degli Ospiti  e dei loro familiari per il buon andamento della Casa  e pertanto  è aperta  a  suggerimenti  ed osservazioni, precisando  comunque  che  eventuali  contestazioni  vanno fatte direttamente alla Direzione Sanitaria e/o Amministrativa verbalmente o, se per iscritto, utilizzando l’apposita cassetta.

SI PREGA DI EVITARE DI RIVOLGERSI DIRETTAMENTE AL PERSONALE.

I RECLAMI invece vanno presentati solo per iscritto  direttamente alla  PRESIDENZA,  la quale  provvederà ad accertare e rimuovere le eventuali irregolarità riscontrate, assicurando altresì   l’invio di  una risposta  relativa al reclamo ricevuto.

 

ORARI DI RICEVIMENTO

Il Direttore Sanitario e il personale Amministrativo sono a disposizione degli Ospiti e dei Parenti nei giorni ed orari di ricevimento comunicati al pubblico.

Il Presidente riceve su appuntamento da prenotarsi in Segreteria.

La presente Carta dei servizi è aggiornata al 18/01/2018.

 

REGOLAMENTO DEI RAPPORTI DELL’OSPITE CON LA STRUTTURA

(esteso ai familiari e a quanti per diritto-dovere e/o per Legge ne sono Responsabili)

Dopo aver ricevuto l’autorizzazione dal Presidente del Consiglio di Amministrazione ad essere accolto nella Casa, l’Ospite è tenuto a rispettare le norme di seguito indicate, per consentire a tutti una buona e civile permanenza e convivenza all’interno della Struttura.

 

COMPORTAMENTO

Il comportamento individuale dell’Ospite, dei familiari o dei visitatori  dovrà essere  improntato  al massimo decoro nel rispetto  della  propria  persona e delle altre persone  conviventi, nonché del personale addetto  all’assistenza  diretta  degli Ospiti, del Personale amministrativo nonché  dei Componenti il  Consiglio di  Amministrazione della Struttura ospitante.

L’Ospite  sarà tenuto a mantenere  in  ordine  gli ambienti  in cui  vive e soggiorna, nonché  oggetti ed indumenti personali.

Qualora  insorgessero,  per  qualsiasi  motivo, gravi  dubbi sul comportamento di Ospiti, familiari, visitatori, o dovessero  insorgere alterchi o litigi  fra gli  Ospiti, questi  verrà o verranno  richiamati verbalmente, una prima  volta  dal Presidente  o suo  incaricato, previa audizione  delle parti.

Se  in seguito al  primo richiamo verbale avessero a  ripetersi  gravi e spiacevoli  episodi  di  intolleranza, il Presidente provvederà a richiamare  ufficialmente e  per  iscritto  la persona  o le  persone  che si fossero rese responsabili  di atti  di  grave  intolleranza o contrarie alla salvaguardia della salute di altri Ospiti, avvertendo  che  dopo il terzo richiamo  ufficiale  l’Amministrazione   potrà provvedere  alla dimissione dell’Ospite stesso.

L’Ente non è naturalmente responsabile di eventuali incidenti  che occorrano agli Ospiti al di fuori della struttura e relative pertinenze di Via Preli 4.

I signori  Ospiti autosufficienti, che non necessitano di sorveglianza specifica, hanno facoltà di assentarsi  liberamente per recarsi  in centro città  nell’arco della giornata, dopo aver firmato in   uscita (e al rientro) l’apposito registro disponibile in portineria, ovvero se per periodi  più lunghi (es. per soggiorni  presso familiari  o  località di villeggiatura)  con preventiva  richiesta  scritta.

L’Ospite  deve  adeguarsi  alle decisioni  prese dall’Amministrazione  nell’interesse  generale della comunità.

All’Ospite è fatto  divieto di:

  • stendere alle finestre  o sui  poggioli  capi di biancheria;
  • tenere vasi di  fiori  o altri oggetti sui davanzali qualora siano pericolosi  per  le persone che transitano o sostano nelle aree sottostanti;
  • usare apparecchi  rumorosi  che  possano  recare disturbo  agli altri  Ospiti;
  • gettare  rifiuti o acqua dalle finestre e dai poggioli;
  • vuotare nei sanitari qualsiasi  materia solida tale da  otturare o nuocere al buono stato  delle          condutture.

L’Ospite si obbliga  a risarcire  la  Fondazione di eventuali danni arrecati  per propria incuria o    trascuratezza.

E’ fatto  assoluto divieto agli Ospiti di introdurre all’interno della struttura bevande alcoliche, apparecchi elettrici come fornelli, frigoriferi,  ferri da stiro, elementi  per il riscaldamento, comprese le  termocoperte.

Si prega di evitare suppellettili che possano ostacolare la quotidiana igienizzazione della stanza.

Si ricorda che nella Casa è VIETATO  FUMARE.

 

RETTA  MENSILE

La retta mensile dovrà essere versata anticipatamente entro i primi cinque giorni di ogni mese.

L’Amministrazione  determina l’importo  della  retta mensile  classificando  gli anziani   in sei fasce in base al grado di autosufficienza.

L’appartenenza  ad una di queste sei fasce  è stabilita dal  Direttore Sanitario di  questo Ente  mediante  visita medica. Inoltre, ogni sei mesi, o comunque quando lo ritiene  opportuno, il Direttore  Sanitario  verifica  le condizioni  dell’Ospite  e di conseguenza la retta  varierà in funzione di un eventuale accertato   peggioramento  o miglioramento delle sue  condizioni  fisiche.

La retta  è comprensiva  dell’ospitalità, assistenza , vitto, pulizia, animazione e approvvigionamento farmaci.

Dalla retta  sono esclusi tutti i farmaci  (esclusi quelli utilizzati in urgenza all’interno della Struttura) ed i presidi sanitari utilizzati  dall’Ospite.

I guasti imputabili a  negligenza  degli Ospiti saranno addebitati agli stessi.

Il mancato soggiorno  temporaneo presso la  Struttura  dovrà essere  comunicato  con ragionevole anticipo  alla  Direzione.

L’assenza  non darà diritto  ad  alcun  rimborso  o sconto   sulla retta  forfettaria  mensile.

L’Ospite   che, invece,  intendesse  lasciare definitivamente la  Struttura di  propria   iniziativa, deve    dare  disdetta  per iscritto  con 15 giorni  di anticipo e regolare le sue eventuali pendenze  in Direzione.

In caso di dimissione  entro la prima quindicina  del mese  gli verranno addebitati 15 giorni di retta,  in caso di dimissione oltre la prima quindicina  gli  verrà addebitata  l’intera retta  mensile.

In caso di decesso o per cause di forza maggiore, il computo verrà effettuato in base ai giorni di presenza.

 

ALIMENTI

E’ vietato introdurre cibi e bevande nelle camere.

 

APPROVVIGIONAMENTO di FARMACI  e di  ALTRO MATERIALE   MEDICAMENTOSO PRESSO FARMACIA

(es: integratori nutrizionali, addensanti, materiale per medicazione)

LA PRESCRIZIONE di quanto sopra è competenza per ciascun Ospite del suo Medico di fiducia (MMG : Medico di Medicina Generale) per sua decisione autonoma o indotta da consiglio di medico specialista (esterno o convenzionato) o da medico ospedaliero al momento della dimissione.

SOLO ECCEZIONALMENTE e per urgenze interviene il Medico di Struttura che informa tempestivamente il MMG dell’assistito.

IL FABBISOGNO DI FARMACI DI USO CONTINUATIVO è indicato con cadenza quindicinale al MMG tramite fax o altra forma di comunicazione concordata.

SONO DISPENSATI DAL SSN solo i farmaci compresi in fascia A. Gli stessi sono totalmente gratuiti solo se l’assistito è esente o per quella patologia o per invalidità.                                                                             

ATTENZIONE: se l’assistito desidera il farmaco griffato (originale) deve pagare (oltre all’eventuale ticket) anche la differenza di prezzo tra griffato ed equivalente (generico).

I FARMACI  NON DI FASCIA A (fascia C, farmaci da banco, ogni altro diverso medicamento) sono a totale carico del cittadino richiedente.

AD OGGI I FARMACI VENGONO RITIRATI PRESSO UN’UNICA FARMACIA CONVENZIONATA (Farmacia Bellagamba in Chiavari) che offre, in cambio, tramite un suo incaricato, il servizio di ritiro ricette dal MMG, il ritiro dei farmaci in farmacia e la consegna degli stessi alla Struttura di ricovero (Torriglia). Il pagamento di quanto dovuto deve essere saldato presso la stessa Farmacia dal paziente o da suo familiare incaricato o altro legale rappresentante con cadenza mensile entro il 15° giorno del mese successivo alla fornitura.

L’OSPITE ASSISTITO (o chi autorizzato, come sopra scritto) CHE VOLESSE APPROVVIGIONARSI DI FARMACI E ALTRO MATERIALE MEDICAMENTOSO (di cui in oggetto) PRESSO ALTRA FARMACIA O PARAFARMACIA DI SUA SCELTA, PUO’ FARLO IN OGNI MOMENTO  dando tempestiva comunicazione di questa decisione alla Segreteria della Struttura e alla Farmacia convenzionata con raccomandata A/R,  assumendosi l’onere di ritirare la prescrizione presso il MMG, ritirare il farmaco in Farmacia, provvedendo a versare il dovuto, e consegnare tempestivamente il farmaco alla Struttura onde evitare ogni possibile danno alla salute degli Ospiti.